Archivio categorie eventi

Sere d’estate a Padova. “Il Santo com’era: rappresentazioni della Basilica attraverso i secoli”. Mostra prorogata fino al 31 luglio 2019.

Questo è il racconto di una mostra d’arte tra storia e cultura, ma per capire ciò di cui si parla, è necessaria la narrazione nata in una sera estiva in una città.
Le sere d’estate a Padova. Bisognerebbe vivere di più la città appena tramontano il sole e l’afa, le sere padovane sono fatte di vento caldo che si interrompe per dare spazio ad un brivido di freddo, “portate via un golfetto…che non se sa mai” direbbe qualche mamma previdente perché in fondo quel “non se sa mai” è la sicurezza tra le righe di chi si preoccupa per te e ti vuol bene.
Le luci della sera mostrano una città differente appena il sole svanisce, anche i rumori poi cambiano come cambia la luce, si possono sentire i rivoli d’acqua che passano tra i ponti quando si attraversano le strade fatte di sampietrini e si arriva a star nel silenzio tra le statue di Prato della Valle, un posto fatto di storia e di aria che colma i polmoni e lascia gli occhi immergersi in questo immenso “prato senza erba“.

continua a leggere

Il Santo. Mostra di arte, storia e cultura. “Il Santo com’era: rappresentazioni della Basilica attraverso i secoli”

La Basilica di Sant’Antonio a Padova è diventata nei tempo il cuore pulsante di una città ricca di arte e storia, per tutti i padovani l’edificio e le spoglie del Santo di origine portoghese che visse e morì nel capoluogo veneto sono sempre state affettuosamente denominate semplicemente “il Santo“.
Il Santo come luogo della spiritualità, della fede e del percorso che si perde nei secoli tra arte e storia con le sue storie e i personaggi che lo hanno popolato.

continua a leggere

IMP Festival Padova – International Month of Photojournalism

Quindici giorni per amare, apprezzare e riempirsi gli occhi con le immagini e gli scatti fotografici a Padova per un festival dedicato al Fotogiornalismo, IMP Festival Padova – International Month of Photojournalism, dal 10 al 26 maggio 2019.
Nella fotografia si ferma un momento, è rubata l’anima del tempo e il risultato è poi restituito per sempre. Passano gli attimi, scorrono gli istanti, ma l’immagine fotografica resta e lo scatto si fa emozione che si trasferisce dalla realtà allo spettatore che fruisce del risultato finale.

continua a leggere

Giuliana Cobalchini. Alis volat propriis

GIULIANA COBALCHINI
Alis volat propriis

inaugurazione sabato 11 maggio ore 18.00
Apertura dal 11 al 22 maggio 2019

Sabato 11 maggio 2019, presso lo spazio espositivo della Chiesa di Santa Maria del Torresino, sarà inaugurata la personale dell’artista padovana Giuliana Cobalchini dal titolo “Alis volat propriis”, a cura di Enrica Feltracco con introduzione critica di Massimiliano Sabbion.
Il percorso espositivo è composto da una ventina di opere tra oli e acrilici su tela, carta e installazioni.

continua a leggere

Giuseppe Inglese. Unspotted

Nelle opere di Giuseppe Inglese, questa carezza continua tra pensiero e forma si attua nelle sculture rese con la semplicità e la leggerezza di una tecnica che segue un “filo” conduttore fino a creare trame che svelano un’intuizione e uno studio frutto di un lavoro paziente e certosino.
Uomini, donne, bambini, emozioni che prendono vita nella loro leggerezza e che si trasformano diventando scheletri sospesi, anzi, anime leggere senza macchia e senza paure, libere e librate.

continua a leggere

“Woodstock: freedom”

A cinquant’anni da quel famoso 15 agosto 1969 il mito di Woodstock sarà raccontato al Museo e alla Torre civica di Asolo attraverso la mostra “Woodstock: freedom”, uno straordinario percorso che abbraccia cinema, musica e arte per rivivere un periodo rivoluzionario che cambiò la vita di un’intera generazione di giovani.

continua a leggere

Nell’inconscio – personale di Sensi

Sabato 12 gennaio 2019, presso la Spazio Biosfera, sarà inaugurata la personale dell’artista padovana Sensi dal titolo “Nell’inconscio”, a cura di Enrica Feltracco e Massimiliano Sabbion.

Le sale dello spazio Biosfera ospitano una trentina di tele della pittrice padovana Monica Ragazzo in arte Sensi che racconta, attraverso un uso elegante e poetico della materia e un’onestà e una lucidità di pensiero rara, ciò che l’inconscio le trasmette, trasformando una tela bianca in un insieme di forme e colori che racchiudono tutto il suo mondo interiore.
Colori, forme e materia sono i mezzi espressivi per la pittrice padovana Sensi, attraverso la sua sensibilità emotiva riesce a tradurre narrazioni visive tra l’astratto sinestetico con la comparsa di elementi desunti dalla realtà.

continua a leggere

Adriano Olivetti e la Bellezza

I Musei Civici di Bassano del Grappa ospitano, presso Palazzo Agostinelli, un percorso espositivo dedicato ala filosofia progettuale di Adriano Olivetti.
Dalla macchina per scrivere alla comunicazione digitale il percorso proposto è diventato esperienza e scoperta di icone di bellezza quali il design, l’architettura e le testimonianze.
La mostra è a cura di Lucia Cuman, in cui risiedono le doti di passione, amore per il progetto realizzato e partecipazione attiva fatta di ricerca e impegno; l’allestimento e la produzione digitrale è a cura di Cristina Barbiani, con la collaborazione di alcuni studenti del Master Digital Exhibit e del Master Architettura Digitale dell’Università IUAV di Venezia.

continua a leggere

Ottocento, l’arte in rivoluzione tra tormenti e inquietudini

Ottocento, l’arte in rivoluzione tra tormenti e inquietudini” a cura di Massimiliano Sabbion

Dal Romanticismo al Realismo, dall’Impressionismo agli albori delle correnti artistiche che hanno rivoluzionato il mondo contemporaneo. Un viaggio tra le arti e gli artisti di un secolo, l’Ottocento, tra tormenti e rivoluzioni storiche, culturali e scientifiche. Maxi Sabbion ci guida i un percorso che continua con la città di Padova alla scoperta di segni artistici quali il Caffè Pedrocchi, la scuola d’arte Pietro Selvatico e personalità artistiche quali Francesco Hayez, Giuseppe Jappelli, Antonio Canova.

Sala Rossini – Caffè Pedrocchi, 15, Via VIII Febbraio, 35122, Padova
venerdì 7 dicembre ore 11:00
INGRESSO GRATUITO

www.800padovafestival.it